I monitoraggi del Progetto “LazioDiSu”

  • 19 Giu 2017
  • News
  • Commenti disabilitati su I monitoraggi del Progetto “LazioDiSu”

Il Progetto “LazioDiSu”, che ha visto la partnership di Horta e del Servizio Fitosanitario Regione del Lazio, prevede il trasferimento e l’applicazione di sistemi di supporto alle decisioni (vite.net) e la costituzione di una rete di monitoraggio delle principali avversità che colpiscono la vite, con l’obbiettivo di fornire servizi di Warning allert territoriali  e redigere Bollettini Fitosanitari, per assicurare la diffusione e l’applicazione della difesa integrata obbligatoria (D.lgs 150/2012) da parte degli agricoltori laziali.

Nei primi monitoraggi sono emerse diverse avversità:

Vite

 

DANNI DA GELO – Fisiopatia rilevate nell’ azienda pilota  di Roma Est in data 19 aprile 2017.

ERINOSI (Colomerus vitis) – Rilevate nell’ azienda pilota  di Roma Est in data 22 aprile 2017.

ACARIOSI (Calepitrimerus vitis) – Rilevate nell’ azienda pilota  di Roma Est in data 22 aprile 2017.

ZIGENA (Theresimima ampellophaga) – Larve, rilevate nell’azienda pilota di Castiglion in Teverina in data 23 aprile 2017.

TIGNOLETTA DELLA VITE – Primi glomeruli fiorali della Lobesia botrana (1° generazione antofaga), in data 17 maggio 2017, nell’azienda pilota di Cerveteri, come indicato dal modello fenologico di vite.net.

SIGARAIO – Un nido di ovideposizione (il Sigaro) della Byctiswcus betulae rilevato nell’ azienda pilota  di Castiglion in Teverina in data 24 maggio 2017.

GFLV (Grapevine fanleaf virus) – Virosi del Complesso dell’arricciamento rilevate nell’ azienda pilota  di Monte Compatrì.

OIDIO – Rilevato nelle aziende pilota nei comuni di Frascati, Monte  Compatrì e Velletri.

Olivo

 

COCCINIGLIA COTONOSA dell’olivo (Lichtensia viburni) – rilevata nell’oliveto dell’azienda pilota di Monte Compatrì.

COTONELLO DELL’OLIVO (Euphillura olivina) – stadio neanide rilevate nell’oliveto dell’azienda pilota di Monte Compatrì.

TIGNOLA DELL’OLIVO – Primi nidi sericei di Prays oleae (1° generazione antofaga) rilevate nell’oliveto dell’azienda sperimentale di Castiglione in Teverina.

TIGNOLA DELL’OLIVO – Primi nidi sericei di Prays oleae (1° generazione antofaga) nell’oliveto dell’azienda sperimentale di Frascati.